Adriana Di Stefano insegna Diritto dell’Unione europea e Diritto internazionale nell’Università di Catania. È componente del collegio dei docenti del Corso di Dottorato di Ricerca in Giurisprudenza nello stesso Ateneo, ove coordina, per il Dipartimento di Giurisprudenza, le azioni Erasmus e l’internazionalizzazione e le attività formative di clinica giuridica su diritti umani, diritto delle migrazioni e dei rifugiati. È responsabile del progetto di ricerca interdisciplinare “Living in-between Laws. Towards a Transnational Model of Ius Migrandi” (FIR 2014) e del Laboratorio “Migrazioni, Diritti e Confini: strategie europee e dimensioni locali” (coordinato insieme alla Prof.ssa Teresa Consoli, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali). Dal 2015 ha avviato un workshop interdisciplinare sulle implicazioni metodologiche della ricerca e della didattica sul “transnational law” nell’area regionale del Mediterraneo. Vice segretaria generale dell’Istituto Internazionale J. Maritain, Roma. È membro italiano effettivo del Committee on Feminism and International Law dell’International Law Association (ILA, Report on “Economic  Empowerment of Women: the Contribution of International Law”).